domenica , 25 settembre 2016

SIAMO SIMPATICI
ANCHE SU FACEBOOK... o no?

 
Download Free FREE High-quality Joomla! Designs • Premium Joomla 3 Templates BIGtheme.net
Home » Attualità » Cosa fare e vedere durante un weekend a Vienna

Cosa fare e vedere durante un weekend a Vienna

VIENNAAhhh Vienna, a sua volta cuore del Sacro Romano Impero e poi dell’Impero austro-ungarico (allora più grande paese in Europa per le sue dimensioni). Città che ha certamente perso la sua gloria e la sua importanza rispetto a quell’epoca, ma che rimane ancora oggi una città-museo che non ha perso nulla della sua maestosità.
State progettando un weekend a Vienna per San Valentino? Se non avete troppa paura del freddo potrebbe essere una destinazione perfetta per trascorrervi il Natale e capodanno. In qualunque caso, anche semplicemente per prendere una pausa dal lavoro e dallo studio, seguite i nostri consigli!
Eccovi 10 cose da vedere e fare assolutamente durante la vostra visita nella capitale austriaca.

10°

Il Prater

Più propriamente Wiener Prater, é tra i parchi più famosi di Vienna. Il parco ospita anche un parco divertimenti permanente con attrazioni tra le quali anche la ruota panoramica Riesenrad.
Aneddoto: La Ruota Panoramica di Vienna é alta 64.75 metri ed è il simbolo della città. E’ la più antica ruota panoramica ancora attiva.
Prater

Le case di hundertwasser – Hundertwasserhaus

Questo complesso di case che presenta un’architettura unica, fu costruito nel dopoguerra dall’eccentrico architetto “Friedensreich Hundertwasser” (spaventoso questo nome). Oggi queste case sono diventate una vera e propria attrazione turistica e ospitano anche un museo dedicato allo stesso Hundertwasser.
Un dettaglio che fa la differenza: a causa della mancanza di praticità del luogo e la scarsa qualità di costruzione delle infrastrutture, queste case non sono mai state abitate.Hundertwasserhaus

Il Naschmarkt

Si tratta “semplicemente” del più grande mercato di Vienna, in cui sono presenti prodotti esotici provenienti da tutto il mondo. Ogni sabato il mercato si espande con la presenza di un mercato delle pulci dove si può trovare di tutto, dalle fotocamere fino alle vecchie divise militari.
Aneddoto per annoiare la persona che vi accompagna in questo viaggio: il mercato si trova vicino la strada Wienzeile dove si trovano edifici architettonici tra i più belli di Vienna.
Naschmarkt

Castello del Belvedere

In tedesco Schloss Belvedere, questo castello fu costruito nel 1714 e accoglie oggi la più grande collezione del pittore austriaco Klimt. E’ in questo castello che fu firmato il trattato di indipendenza d’Austria nel 1955, dopo l’occupazione del paese da parte delle forze alleate.
Aneddoto (in realtà ce ne sarebbero tanti): il palazzo fu costruito per il generale austro-ungarico “Eugenio di Savoia” (di origine francese come non suggerisce il suo nome), grande protagonista della riconquista austriaca del territorio europeo occupato dagli ottomani.
Bel Vedere

La Karlsplatz

Si tratta di uno dei punti centrali della città, una piazza immensa dalla forma irregolare. Nota per la sua chiesa di San Carlo Borromeo (in tedesco Karlskirche), intorno alla piazza si situano anche altri monumenti importanti come il padiglione della metropolitana di Otto Wagner e il palazzo della Secessione. Questa piazza rappresenta uno splendido esempio del Barocco austriaco. Essa, inoltre, ospita anche l’University of Technology di Vienna.
Piccolo aneddoto: la Karlsplatz di Vienna è nota per essere il fulcro del traffico di droga nella capitale austriaca ed è quindi la zona più controllata della città.
Larlskirche

Il Museumsquartier

Il quartiere dei musei di Vienna può essere paragonato all’isola dei musei di Berlino, che comprende tra gli altri il “MUMOK”, il “Museo Leopold” e il “Kunsthalle”. In questo quartiere troviamo anche molti bei bar e ristoranti chic.
L’informazione che non interessa a nessuno: il Museumsquartier è costruito sul vecchio sito della scuderia militare e ne utilizza anche una parte dell’edificio (ovviamente ristrutturato).
Museums Vienna

Il Castello di Schönbrunn

La residenza estiva degli Asburgo (famiglia reggente dell’Austria-Ungheria) é probabilmente il più popolare dei tre castelli viennesi. Questa é senza dubbio la risposta austriaca al castello francese di Versailles.
Aneddoto che neanche la guida conosce: l’Aiglon (l’aquilotto), ovvero Napoleone II, morì proprio qui nel 1832 (i suoi resti furono poi trasferiti agli Invalides nel dicembre 1940, per disposizione di Adolf Hitler, in una tomba vicina a quella di Napoleone I).
Castello Vienna

La Stephansplatz

In questa piazza centrale si trova il famoso Duomo di Vienna di Santo Stefano, circondato da numerosi negozi. E’ infatti uno dei luoghi più turistici della città.
Aneddoto: Durante l’assedio di Vienna da parte degli ottomani nel 1575, il campanile della cattedrale serviva alle truppe viennesi per osservare i movimenti delle truppe ottomane.
Wien-Stephansplatz

Il Palazzo Hofburg

Si tratta della residenza invernale degli Asburgo, realizzata nel 1220 e oggi residenza del Presidente della Repubblica federale austriaca.
E’ dal balcone di questo palazzo che Adolf Hitler annuncio’, nel 1938, l’annessione dell’Austria alla Germania.
Hobfurg

L’Opera di Stato

O anche Wiener Staatsoper per utlizzare il suo vero nome! Come parlare dell’Austria senza citare il mitico Mozart (che suono’ qui nel 1769) e la musica classica?
L’opinione pubblica non era per nulla soddisfatta dell’aspetto dell’edificio che veniva definito senza mezzi termini “orribile e catastrofico”. Queste considerazioni del popolo austriaco portarono l’architetto del progetto “Eduard Van der Null” al suicidio prima ancora di vedere l’opera terminata.
Wiener

Che ne dici di questo TOP?

zlatni rat croazia

Le 10 spiagge più belle d’Europa

Visto che la primavera é ormai alle porte, perchè non concedersi di sognare un po’ …